Sai che il project plan semplifica la vita lavorativa?

Scopri come rendere più semplice il tuo lavoro grazie al project plan per l’outsourcing!

 

Ben ritrovato mio caro lettore, oggi voglio parlarti nuovamente di outsourcing ma senza essere ripetitiva, lo giuro!

Nell’articolo precedente, “Perché conviene affidare il lavoro in outsourcing?”, ho fatto dei piccolissimi cenni storici dell’argomento e ti ho illustrato alcuni vantaggi che ne derivano nell’affidare i lavori ad esperti esterni. Ti consiglio di leggerlo se non hai ben chiaro di cosa sto parlando e di quali potrebbero essere i vantaggi dell’esternalizzazione. Ora, voglio concentrarmi su alcuni aspetti importanti che riguardano te e la tua azienda. La favoletta dell’outsourcing e dei suoi magnifici poteri curativi la sappiamo tutti, ma ignoriamo il modo di affidare il lavoro. Mi spiego meglio, tu, titolare di azienda, non puoi presentarti davanti ad un esperto esterno con quattro scarabocchi e con le idee poco chiare, non credi? Occorre avere un’idea ben precisa di quel che si vuole affidare e degli obiettivi che si intendono raggiungere.

La vita lavorativa può sembrare complicata a volte, ma tu puoi renderla più semplice. Come? Basta creare un project plan eccellente e potrai raggiungere i risultati che desideri risparmiando tempo e denaro.

Troppi clienti sono caduti nella trappola della scarsa preparazione, prima ancora di usufruire dei servizi di un professionista. Prima di cercare il tuo esperto, investi del tempo nello stilare il project plan, esso ti aiuterà ad ottimizzare il tempo che hai speso e ti permetterà di far rientrare tutto nel budget. Ti faccio un esempio pratico, desideri un nuovo sito web per la tua azienda. Questo è un progetto importante che richiede tempo e competenze specifiche. Opti per l’outsourcing e scegli delle persone che realizzino il progetto. Ecco, allora decidi di affidare il lavoro a salernodev, il che è perfetto. Contatti gli esperti della web agency salernitana, ma inizi a confonderli con delle idee disconnesse e stravaganti. La telefonata si conclude con un “arrivederci, le faremo sapere” da parte del tuo esperto. Ecco perché hai bisogno di creare un piano di progetto.

Non puoi prendere queste decisioni finché non hai un quadro chiaro di ciò che desideri e oggi voglio aiutarti a semplificarti la vita.

Vediamo insieme come realizzare un piano e affidare in maniera semplice il lavoro in outsourcing.

Innanzitutto devi essere onesto con te stesso valutando attentamente i punti di forza e debolezza della tua azienda. Non lasciare nulla al caso, prendi in esame ogni minimo particolare che può contraddistinguere in negativo e in positivo la tua azienda, quali progetti può portare avanti tranquillamente e quali non ne potrebbe essere capace. Poniti sempre delle domande:

Cosa può fare un esperto per me?

Quali attività posso svolgere da solo?

Cosa posso permettermi?

Valuta bene quali sono le risorse in outsourcing di cui avrai bisogno. Definisci con precisione il budget e le capacità necessarie per adempiere ai vari compiti. Non dimenticare di definire lo scopo che intendi raggiungere, dopodiché potrai decidere quali lavori e/o progetti esternalizzare.

Adesso, devo assolutamente tranquillizzarti. Ti starai preoccupando e starai pensando: “Come diavolo faccio a fare questo lavoro di project plan?!

Ascolta, il project plan potrebbe apparire come una grossa mole di lavoro, ma in realtà è un investimento di tempo al fine di guadagnarlo in futuro e per risparmiarne anche denaro. Ricorda che alcuni esperti richiedono una tariffa oraria e se ti presenti impreparato, li fai lavorare il doppio delle ore e ciò si traduce in maggior compenso. Più ti presenterai preparato, più ci guadagnerete entrambi. Si svolgerà un lavoro migliore e l’intero processo sarà più efficiente. L’outsourcing al giorno d’oggi è davvero importante per poter battere la concorrenza e non limitarti nelle scelte. Non essere testardo e orgoglioso, ci son cose che la tua azienda non può affrontare da sola. Te lo ripeto, esternalizzando ci guadagnerai…eccome se ci guadagnerai. Per avere le idee più chiare, dai un sguardo QUI.

Adesso dimmi: sei pronto per l’outsourcing?

Cosa ne pensi dei miei suggerimenti? Lasciami pure un commento, sarò felice di risponderti.

Tags: , , , ,