In che modo i social media influenzano la SEO?

Qual è la relazione tra l’attività di social media marketing e la SEO? Domanda da un milione di dollari. Il dibattito è molto aperto, ma che esista un collegamento, sia esso diretto o indiretto, è abbastanza evidente.

Ciò che sappiamo per certo, è che Google presta attenzione alle interazioni sui social network (like, retweet, condivisioni, Pin e +1): quanto peso queste interazioni abbiano sull’indicizzazione è difficile a dirsi. In ogni caso, si tratta di un aspetto che i motori di ricerca monitorano e prendono in considerazione. Proviamo a capire in che modo.

Fonte di traffico

I social network sono un’enorme sorgente di traffico per un sito web aziendale (spesso la principale, dopo Google). Un’attività di social media marketing che funziona, che produce interazione e interesse nell’audience, attirerà naturalmente traffico al sito.

L’algoritmo di ricerca non sa che le visite provengono da Facebook, sa semplicemente che il tuo sito ha suscitato interesse: in questo modo, la tua “autorità” sul web incrementerà, migliorando al contempo il tuo page rank.

Misurazioni e metriche

Esistono strumenti di analisi di ogni tipo per valutare l’impatto che le campagne social hanno sulla visibilità del nostro brand: in questo modo, possiamo adattare e affinare la nostra comunicazione sul web. Informazioni, queste, che hanno un’importanza vitale per la SEO, dal momento che Google misura anche la rilevanza sociale e le performance globali sul web.

Link building indiretto

Se si fa un buon lavoro di content marketing, la diffusione dei propri post sui social media può provocare forme di link building indiretto. Se per esempio abbiamo un’azienda di prodotti agroalimentari, con un blog correlato che si occupa di salute e benessere, c’è la possibilità che esperti del settore (nutrizionisti, medici, altri produttori) abbiano interesse a citare e integrare i nostri articoli. E questo succederà più facilmente se i post vengono condivisi massicciamente su Facebook o Twitter: ne acquistano in visibilità e autorevolezza. Considerando che sui social ci sono decine di milioni di persone (anche in Italia), capirete che le potenzialità si moltiplicano a dismisura.

Approfondimenti sul link building: Google, la Seo e i contenuti di qualità: una guida in 5 punti, SEO: 7 pratiche per il successo (consigliate da Forbes)

Il ranking diretto dei social network

Provate a fare una ricerca su Google per le principali marche che conoscete: in moltissimi casi, tra i primi risultati ci sono i profili social di quei brand, prova evidente del fatto che Google valuta positivamente le reti sociali e il loro impatto su Internet. Ecco perché è importante avere profili ben curati, aggiornati, che diano tutte le informazioni necessarie agli utenti che cercano informazioni sul web (se ti serve un aiuto in questo, contattaci: https://www.salernodev.com/contatti/)

Fonte: http://www.entrepreneur.com/article/251012

(Photo Credit: Sean MacEntee on Flickr)

Tags: , , , ,

Commenti