I migliori startupper del 2015 e i loro consigli per il nuovo anno

Millionaire, la rivista di business più letta in Italia, ha selezionato alcuni tra i migliori startupper del 2015: per carpire i loro segreti e individuare i consigli più utili per partire in questo nuovo anno con la marcia giusta e le strategie più adatte per il successo.

Tra tutte le dritte fornite, ne abbiamo scelte quattro, che consideriamo le migliori.

L’importanza del team

Bisogna avere pazienza e non accontentarsi del primo che capita: come collaboratori dobbiamo scegliere i migliori. Solo i migliori. È qui la chiave del successo secondo Riccardo Zacconi, creatore di Candy Crush:

“Per farcela? Devi portare a bordo le persone migliori che conosci. Avere pazienza, lavorare sodo e non mollare mai. Io non ho mai pensato di mollare, nonostante le difficoltà. Non immaginavo di arrivare fino a qui. Non sono partito pensando in grande. Ho fatto un passo alla volta, passando da un obiettivo all’altro. Da un’opportunità all’altra”.

Impara sempre

21 anni e ha già un’impresa milionaria, nel settore delle energie rinnovabili. È uno dei più giovani startupper italiani, si chiama Gianluigi Parrotto e il suo consiglio è imparare sempre qualcosa di nuovo, da soli:

“Ho imparato a fare alcune cose da solo, oggi mi occupo di tutta la parte finanziaria. A distinguere le persone, tra chi ti chiama perché ha piacere a parlarti e chi invece lo fa solo quando ha bisogno di qualcosa. E infine, a fidarmi poco, quando hai un prodotto valido per le mani ci sarà sempre qualcuno che proverà a sminuirti perché in realtà vuole rubarti le chiavi del successo”.

Anche in Italia si può

Sarà più difficile, ci sarà più burocrazia e una mentalità più chiusa. Ma fare innovazione, anche in Italia, si può. Parola di Giovanni De Lisi, 29 anni, CEO di GreenRail, la ferrovia sostenibile che produce energia:

“Si può fare innovazione, anche se in Italia è più difficile e ci vuole il doppio del coraggio. Se hai un’idea, ricerca le migliori competenze. E poi lotta, buttati, crea, non arrenderti. Se l’idea e il prodotto sono validi, arrivi all’obiettivo. Con fatica, ma ci arrivi”.

Incontra i clienti

Un’altra regola per il successo è cercare di incontrare e capire il proprio pubblico di riferimento, la propria audience, cercando di comprenderne le esigenze e le aspettative. È il consiglio di Lorenzo Di Ciaccio, CEO di Pedius, la startup che permette ai sordi di comunicare al telefono, che spiega:

“Incontrate subito il vostro pubblico di riferimento, capite il loro bisogno. Noi organizziamo seminari per spiegare il progetto e anche alfabetizzare le persone sulle nuove forme di tecnologia. Parlare con persone che demoliscono la tua idea, non proteggerla da critiche. Formare un buon team. Oggi abbiamo otto persone in squadra. Gli investitori ti diranno: “Quest’idea potrebbe farla qualcun’altra, perché dovremmo scommettere su di voi?”. La qualità delle risorse umane viene prima di tutto”.

Se anche tu desideri diventare uno startupper e hai bisogno di un partner per la tua comunicazione sul web, contattaci: troveremo insieme la soluzione migliore > https://www.salernodev.com/it/contatti/

Tags: , , ,

Commenti