Fare business nel 2016: in quali settori investire?

Business 2016: quali sono le attività più promettenti? A vincere sembra essere l’hi-tech, dove gli investimenti e le barriere all’ingresso non sono bassissime. Il parere di Inc.com sui settori dove investire.

Potranno sembrare dei settori produttivi molto distanti dalle possibilità economiche dei “piccoli”, ma bisogna sempre pensare che un prodotto hi-tech è spesso il risultato di diversi fattori: software di gestione, piccole componenti elettroniche, innovazioni dal punto di vista del design, vendita e distribuzione del prodotto, innovativi modelli di business e così via.

Se entrare in un settore come quello della produzione di dispositivi per la realtà virtuale può sembrare proibitivo, creare app specifiche per questo strumento sembra già più semplice.

In quest’ottica, Inc.com ha realizzato una lista dei settori più “hot” in cui fare business nel 2016. Ecco un elenco (ridotto):

Droni

350 milioni di euro: tanto vale il business dei droni in Italia. Ed è facile comprendere che crescerà anche quest’anno. La diffusione è stata molto rapida e nel giro di pochi mesi chiunque ha potuto vedere all’opera questi robottini volanti: foto e video nei matrimoni, riprese televisive, semplici amatori.

Si può investire in diverse attività: consegna, agricoltura, sorveglianza, riprese. Le norme però sono limitanti in Italia e l’investimento iniziale per ricerca e sviluppo può essere importante.

Realtà Virtuale

Anche se non ha ancora preso piede, diversi esperti concordano nel ritenere che la realtà virtuale sarà la vera novità del 2016: un business che ha conosciuto alti e bassi negli ultimi anni e che non ha ancora raggiunto il pubblico di massa. I prezzi dei prodotti, è vero, sono molto alti, ma anche quello dei droni lo era prima del boom.

Innovazione nel settore food

Del food abbiamo parlato pochi giorni fa. Inc.com aggiunge che anche in questo settore le nuove tecnologie saranno indispensabili: internet e mobile miglioreranno sia la preparazione che la distribuzione del cibo, in un business che già vale (a livello globale) quasi 6 miliardi di dollari.

La consegna a domicilio domina il settore. A breve distanza, segue il cosiddetto food analytic, applicazioni per cucine smart e che aiutano i consumatori a comprendere cosa mangiano.

Scansione biometrica

Avete presente quando, nei film di spionaggio e fantascienza, l’eroe di turno apre le porte con la pupilla o un’impronta digitale? Ecco, questa cosa si chiama scansione biometrica. Il settore principale in cui investire è, ovviamente, la sicurezza: conti bancari protetti da una retina, controllo della criminalità e così via. Le competenze richieste nell’ambito sono molto elevate, così come sono ingenti i costi in termini di ricerca e sviluppo.

Edilizia sostenibile

Anche l’edilizia sostenibile e, in particolare, la ricerca di nuovi materiali rispettosi dell’ambiente sono da tenere d’occhio. In Italia, Paese dalla forte vocazione green, se ne parla già da qualche mese come occasione di rilancio per tutta l’economia. I consumatori sono sempre più sensibili all’impatto delle proprie vite sull’ambiente naturale e preferiscono anche tecnologie che gli permettono di risparmiare sulle bollette energetiche. Ecco perché, nel 2016, l’edilizia sostenibile potrebbe essere un business particolarmente promettente.

Tags: ,

Commenti